È finita la guerra della NATO in Afghanistan; è l’ora della pace

Il 30 agosto, un giorno prima del previsto, il capo del Comando Centrale degli Stati Uniti, Gen. Frank McKenzie, ha annunciato ufficialmente «la fine della componente militare dell’evacuazione» e «la fine della missione quasi ventennale, iniziata in Afghanistan poco dopo l’11 settembre 2001». Il ritiro significa, anche se il comandante non l’ha detto, anche la fine di un sistema fallito, […]

Continua a leggere

Il vicepresidente di Solidarité et Progrès denuncia Tony Blair su CGTN

Karel Vereycken, vicepresidente del partito francese Solidarité et Progrès, ha concesso un’intervista di tre minuti in diretta al programma “Asia Today” sul canale in lingua inglese della TV cinese CGTN, riguardo la situazione in Afghanistan. Pur essendo a favore della consegna di aiuti umanitari al Paese, Vereycken ha esortato l’Unione europea a “rompere con il partito della guerra e la […]

Continua a leggere

I banchieri centrali intravedono il crac e schierano il FMI

Mentre i banchieri centrali, come previsto, sono usciti dal convegno annuale di Jackson Hole (26-28 agosto) senza un coniglio dal cilindro, il FMI è stato con discrezione mobilitato per cercare di disinnescare la bomba, pronta ad esplodere, del debito dei Paesi sottosviluppati. Donald Kohn, ex vicepresidente della Federal Reserve in carica per la sorveglianza bancaria, ha comunque messo in guardia […]

Continua a leggere

L’inchiesta dell’intelligence USA sulle origini del COVID-19 non riesce ad incolpare la Cina

La bufala che il virus Sars-Cov-2 abbia avuto origine nell’Istituto di Virologia di Wuhan e che ciò sia stato deliberatamente taciuto dalle autorità cinesi ha subito un duro colpo con la pubblicazione, il 27 agosto, del parere della Comunità di Intelligence degli Stati Uniti, che non ha trovato prove di un’origine diversa da quella naturale. Lo scorso maggio, nel mezzo […]

Continua a leggere

I temi sollevati dallo Schiller Institute sull’Afghanistan conquistano la ribalta

L’ex direttore dell’Ufficio dell’ONU sulle droghe e sul crimine Pino Arlacchi (1997–2001), recentemente protagonista di due webinar dello Schiller Institute, ha condotto un blitz sui mass media ponendo in evidenza il tema di un programma di sviluppo per favorire la pacificazione dell’Afghanistan, affiancato da un piano di sradicamento delle colture di oppio, naturalmente da attuare in collaborazione con i talebani. […]

Continua a leggere

La Cina accelera sui reattori nucleari ad alta temperatura

Il 21 agosto, la prima carica di “combustibile” nucleare è stata inserita nell’unità 1 dell’impianto dimostrativo ad alta temperatura e raffreddato a gas (HTR-PM) a Shidaowan, nella provincia cinese di Shandong. Il caricamento dovrebbe essere completato in trenta giorni, a qual punto il primo reattore raggiungerà il punto critico e potrà essere collegato alla rete prima della fine dell’anno. Il […]

Continua a leggere

Una coalizione a guida SPD in Germania sarebbe altrettanto verde

Dato che la prospettiva che la candidata dei Verdi Annalena Baerbock diventi il prossimo cancelliere della Germania è crollata con la stessa velocità con cui è stata pompata (artificialmente) dai media qualche mese fa, la seconda migliore opzione per i Verdi di entrare nel prossimo governo sarebbe quella di una coalizione con i socialdemocratici (SPD) dopo le elezioni politiche del […]

Continua a leggere

Afghanistan: l’urgenza di progetti economici e del dialogo col nuovo governo

Mentre in Occidente si registrano solo toni isterici per il caotico ritiro delle forze NATO dall’Afghanistan e la presa di potere dei talebani nel Paese, il 21 agosto lo Schiller Institute ha tenuto un razionale dibattito sul tema “Afghanistan, un’opportunità per una nuova era per l’umanità”. Tre temi principali sono stati al centro del dibattito: porre fine una volta per […]

Continua a leggere

Infranto il sogno della “Global Britain”, Tony Blair dà dell’imbecille a Biden

Con il ritiro degli Stati Uniti dall’Afghanistan, governo ed esponenti dell’establishment britannico hanno visto infrangersi le mire imperiali della “Global Britain”. Per il ministro della Difesa Ben Wallace, l’accordo con i talebani, iniziato dall’allora presidente Donald Trump nel febbraio 2020, era un “accordo marcio”. In un’intervista al Daily Mail dell’8 agosto, ha rivelato che il Regno Unito ha cercato di […]

Continua a leggere

Zepp-LaRouche: no alla guerra finanziaria contro l’Afghanistan

In apertura del dibattito dello Schiller Institute il 21 agosto, Helga Zepp-LaRouche ha sostenuto che la chiave per stabilizzare la situazione in Afghanistan è un rapido sviluppo economico e quindi la prospettiva di costruire un futuro promettente, libero dalla guerra. “L’Afghanistan è tra i dieci paesi più poveri del mondo ed è colpito da una terribile siccità. Una persona su […]

Continua a leggere
1 80 81 82 83 84 94