L’Economist deplora la “morte” dell’ordine liberale internazionale

I media della City di Londra, come sappiamo, tendono ad essere diretti quando si tratta di esprimere le intenzioni (e le illusioni) dei principali azionisti dell’”ordine basato sulle regole” transatlantico. Questo è certamente il caso dell’introduzione al servizio di copertina dell’Economist di questa settimana, scritta dalla direttrice Zanny Minton Beddoes. “Quando sono entrata a far parte dell’Economist negli anni ’90”, […]

Continua a leggere

No, il Cremlino non sta bluffando  

All’incontro settimanale della Coalizione Internazionale per la Pace del 10 maggio, si è parlato delle recenti dichiarazioni provocatorie sulla sconfitta della Russia provenienti da Regno Unito, Stati Uniti e Francia, nonché dell’annuncio da parte del Ministero della Difesa russo di un’esercitazione per testare il dispiegamento di armi nucleari tattiche. Il colonnello Richard H. Black, ex capo della divisione di diritto […]

Continua a leggere

L’idoneità morale a sopravvivere dell’Occidente messa alla prova a Gaza

L’11 maggio, le Forze di Difesa Israeliane (IDF) hanno lanciato un “avvertimento urgente” ai residenti di Rafah ad evacuare immediatamente l’area, perché sarebbe presto diventata una “pericolosa zona di combattimento”, e di recarsi immediatamente nella “zona umanitaria” nell’area costiera di Al Mawasi. Allo stesso modo, ai palestinesi del campo di Jabalia, a nord di Gaza, è stato detto di evacuare […]

Continua a leggere

Le proteste nei campus statunitensi sfidano la narrazione pro-Israele

L’ondata di proteste nei campus contro il sostegno degli Stati Uniti all’assalto israeliano contro la popolazione di Gaza è iniziata con l’occupazione dell’edificio amministrativo della Brown University l’8 novembre 2023.  Tra le richieste degli studenti c’era la pubblicazione dei rapporti finanziari dell’università con il governo e l’establishment militare israeliano e l’investimento dei fondi universitari in aziende collegate al complesso militare-industriale […]

Continua a leggere

La “preparazione alla guerra” della Germania è una manna per l’industria della difesa statunitense

La visita di due giorni del Ministro della Difesa tedesco Boris Pistorius negli Stati Uniti e in Canada, dall’8 al 14 maggio, è stata soprattutto un giro di acquisti di armamenti di produzione statunitense. Tra questi, tre unità complete di lanciamissili a lungo raggio HIMARS da spedire all’Ucraina e 60 elicotteri da trasporto bimotori “Chinook”, prodotti in una fabbrica Boeing […]

Continua a leggere

Il divario insostenibile tra finanza ed economia che spinge verso la guerra

Come al solito, la “tipica funzione di collasso” di Lyndon LaRouche spiega gli sviluppi della scorsa settimana. Le élite occidentali stanno infatti operando all’interno dei vincoli del sistema finanziario al collasso, vincoli che le costringono ad inasprire le tensioni globali e a deindustrializzare le loro economie. Le tensioni sono aumentate quando il presidente francese Emmanuel Macron e il ministro degli […]

Continua a leggere

Xi Jinping in Europa dopo cinque anni

Il 6 maggio, il presidente cinese Xi Jinping ha iniziato la sua prima visita in Europa dallo lo scoppio della pandemia di Covid, in mezzo a turbolenze finanziarie e geopolitiche in tutto il mondo e all’acuto pericolo di una guerra mondiale. Partendo dalla Francia, il suo viaggio lo porterà anche in Serbia e in Ungheria. Sono molte le aspettative, alcune […]

Continua a leggere

La polizia del pensiero interviene per mettere a tacere le proteste studentesche negli Stati Uniti

Mentre molti rettori delle università chiamano la polizia locale per mettere a tacere il dissenso nei campus, il Congresso si affretta a promulgare una legge che autorizzi una polizia del pensiero a monitorare l’“antisemitismo” e l’“estremismo” che, secondo loro, portano a “violenza e intimidazione”. I leader di entrambi i partiti politici statunitensi stanno accusando i manifestanti di antisemitismo e di […]

Continua a leggere

Il mito della sovraccapacità cinese

Prima era il decoupling, poi il de-risking, ora la “sovraccapacità”: i leader degli Stati Uniti e dell’UE sfornano una narrazione dopo l’altra per giustificare l’offensiva geopolitica nei confronti di Pechino. Durante la recente visita in Cina del Segretario di Stato americano Antony Blinken, questi ha puntato il dito contro i suoi ospiti per le cosiddette “pratiche commerciali sleali e le […]

Continua a leggere
1 2 3 101