La crisi globale alimenta i tentativi di cambio di regime nei Caraibi e in America Latina

L’11 luglio sono iniziate le proteste in diverse città cubane, quando i cittadini sono scesi in piazza per lamentarsi dei blackout energetici e delle carenze di cibo e medicine che si sono intensificate negli ultimi mesi con il peggioramento della pandemia di COVID-19. Non si è trattato di una “esplosione sociale” come affermano i governi occidentali e i media globalisti, […]

Continua a leggere

Afghanistan: la tomba degli imperi o inizio di una nuova era?

Con questo titolo, la fondatrice dello Schiller Institute Helga Zepp-Larouche ha pubblicato il 10 luglio una lunga analisi sul ritiro delle truppe occidentali (quasi tutte) dall’Afghanistan. Se si vuole che qualcosa di positivo emerga da venti anni di guerra ingaggiata dagli USA e dalla NATO, scrive, allora l’Occidente dovrà urgentemente esaminare il perché e il percome quell’intervento sia stato “un […]

Continua a leggere

Lo sviluppo dell’Afghanistan è un’eccezionale opportunità per il mondo

I numerosi progetti già esistenti per la costruzione di vie di trasporto moderno che attraversano l’Afghanistan devono essere messi immediatamente in cantiere, chiede Helga Zepp-LaRouche nel suo articolo, per integrare il Paese in una prospettiva di sviluppo. Si tratta di progetti che ovviamente comportano “grandi sfide ingegneristiche” a causa del territorio montagnoso, “ma la visione condivisa di sconfiggere la povertà […]

Continua a leggere

I talebani aprono a Russia, Cina e al governo afghano

Mentre gli Stati Uniti si ritiravano dall’Afghanistan, i talebani davano assicurazione a Russia e Cina di essere aperti ai loro investimenti e che proteggeranno i loro interessi nel Paese. L’8 luglio si sono tenuti colloqui a Mosca tra l’inviato speciale sull’Afghanistan del governo russo, Zamir Kabulov, e una delegazione talebana. Dopo l’incontro il portavoce politico di quest’ultima, Mohammed Sohail Shaheen, […]

Continua a leggere

Rapporti USA-Russia: eppur si muove

In un momento in cui esponenti del governo americano e di quello russo affermano correttamente che i rapporti tra i due Paesi sono al “livello più basso” da anni, qualsiasi cambiamento attrae attenzione e suscita speculazioni. Questo è il caso della telefonata tra Putin e Biden avvenuta l’8 luglio, il primo seguito sostanziale al vertice di Ginevra del 16 giugno. […]

Continua a leggere

Risoluzione ONU sulla Siria: un “momento storico” nella cooperazione tra Russia e Stati Uniti

Il 9 luglio, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha approvato all’unanimità una risoluzione sull’aiuto umanitario transfrontaliero per la Siria preparata congiuntamente da Russia e Stati Uniti insieme a Irlanda e Norvegia. È la prima volta che Washington riconosce di fatto l’autorità del governo siriano e l’integrità territoriale del Paese. L’ambasciatore russo all’ONU Vassily Nebenzia ha descritto l’approvazione della risoluzione come […]

Continua a leggere

Perché agli elefanti piace la plastica ed alle balene il petrolio

In un webinar della LaRouche Organization il 9 luglio, Jason Ross dell’équipe scientifica dello Schiller Institute ha affrontato le accuse ambientaliste contro il progresso umano causa di inquinamento, sostenendo che non solo sono scientificamente sbagliate, ma frodi deliberate destinate a cambiare il modo in cui la società si sviluppa -o piuttosto, non si sviluppa. Ecco una versione abbreviata di alcune […]

Continua a leggere

Tra NATO e Russia ci si fermerà alla guerra verbale?

All’indomani della provocazione imbastita il 30 giugno dal cacciatorpediniere britannico HMS Defender al largo della Crimea, c’è stato un botta e risposta, tra i responsabili dell’incidente (britannici e americani) ed esponenti del governo russo, che ha messo in evidenza la fragilità dei progressi compiuti al vertice Biden-Putin la settimana precedente. È palese l’intenzione di sabotare il potenziale per un nuovo […]

Continua a leggere

Zepp-LaRouche: in Afghanistan, lo sviluppo sia il nuovo nome della pace

Il comunicato finale del vertice NATO del 14 giugno a Bruxelles ha confermato ufficialmente la fine delle operazioni militari dell’alleanza in Afghanistan, rivendicando una vittoria molto dubbia. Questo ha fatto seguito all’annuncio di Biden, in aprile, del graduale ritiro delle truppe statunitensi – dopo due decenni di guerra “controinsurrezionale” che si stima sia costata circa 2.600 miliardi di dollari! Dal […]

Continua a leggere
1 84 85 86 87 88 94